torna alla home page di Alvec

Torna alla home page... Data Odierna: 23 Aprile 2019   
DiaMANTe di nome e di fatto

Dopo essersi classificata seconda a Start Cup Veneto 2015, DiaMANTe si distingue anche nella finale nazionale delle start cup regionali conquistando il premio speciale “UniCredit Start Lab & UK Trade & Investment” e la menzione speciale “Pari Opportunità”.

L’idea innovativa nasce da alcuni ricercatori del Dipartimento di Biotecnologie dell'Università di Verona e si propone di sviluppare nuovi strumenti di diagnosi basati su nanomateriali derivati da particelle virali vegetali modificate che vengono prodotte in pianta con un processo ecosostenibile e a basso costo. In particolare DiaMANTe ha realizzato e brevettato un innovativo dispositivo per la diagnosi veloce e efinitiva della Sindrome di Sjögren (SjS), una malattia autoimmune che provoca l’autodistruzione delle ghiandole salivari e lacrimali, per la quale fino ad oggi non esisteva uno strumento diagnostico altrettanto rapido e non invasivo.

DiaMANTe (acronimo di Diagnosi delle Malattie Autoimmuni mediante NAnoTecnologie) sarà ora costituita in forma di Spin Off Universitaria al fine di far conoscere questo kit diagnostico per poterlo poi, in un futuro, distribuire alle aziende ospedaliere per permettere una diagnosi semplice e precoce della sindrome di Sjogren. Come accennato, il kit è in grado di diagnosticare velocemente e in maniera altamente sensibile e specifica la Sindrome di Sjogren con un semplice prelievo sanguigno. A Maggio 2015 è stato depositato il brevetto Italiano di questo dispositivo diagnostico.

Roberta Zampieri, dottoranda in Biotecnolgie, è la referente del team, composto da Valentina Garonzi, neolaureata magistrale in Economia e Legislazione d’impresa, Linda Avesani, ricercatrice presso il Dipartimento di Biotecnologie, Matilde Merlin, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Biotecnologie, Giuseppe Argentino, dottorando in Proteomica Clinica presso il Dipartimento di Medicina e Alessandro Barbieri, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Medicina.

In particolare al Premio Nazionale dell’Innovazione (PNI), DiaMANTe ha conseguito il primo premio della menzione speciale Pari Opportunità con la seguente motivazione:
"Per l’alto valore scientifico del progetto che guarda ad una patologia autoimmune e rara come quella della sindrome di Sjogren che colpisce principalmente le donne e di difficile diagnosi che quindi comporta impatti negativi sotto il profilo psicologico e di isolamento sociale. Presentato da un team competenze e fortemente coeso ed a leadership femminile".

Per quanto riguarda il premio Unicredit StartLab & UK Trade & Investment, il team di DiaMANTe sarà seguito attraverso mentoring, coaching, relationship managers e business meetings e potrà accedere a un viaggio a Londra per un programma personalizzato di incontri con specialisti di settore.

Siamo particolarmente felici per questi importanti riconoscimenti e ci congratuliamo con tutto il team di DiaMANTe. I Soci ALVEC, che hanno partecipato al ciclo “Parliamone!”, durante l’incontro tenuto presso Zymè, hanno avuto l’opportunità di apprezzare la presentazione di questa start up tenuta da Roberta Zampieri, Linda Avesani e Valentina Garonzi. Per Linda Avesani si trattava di un ritorno in quanto aveva presentato, in un altro incontro dello stesso ciclo, lo spin off “Officina Biotecnologica”. Valentina Garonzi, premiata tra i migliori Neolaureati triennali in Economia nel 2013, ha conseguito nel mese di settembre la laurea magistrale. Lo scorso anno era stata indicata dall’ALVEC come “angelo junior” per un altro team che aveva preso parte con buoni risultati al concorso “Start cup Veneto 2014” e, nell’occasione, aveva partecipato alla stesura del business plan coadiuvando il nostro socio Paolo Vesentini.
Ci auguriamo che l’esperienza fatta da Valentina possa essere seguita nel futuro da altri giovani neolaureati in economia. In ogni team accanto alle competenze tecnico-scientifiche sono necessarie quelle economico-finanziarie.
La collaborazione tra Laison Office dell’Ateneo e ALVEC è molto positiva. Per il secondo anno l’ALVEC ha indicato un suo socio come “Angelo”. Cristian Biscuola ha seguito DiaMANTe, assistendo il team nella fase a valle della competition regionale e di preparazione del Premio Nazionale.

Per ulteriori notizie sul premio in alto a sinistra trovate i link per leggere l’articolo de Il Sole24ore sull’argomento e per visitare il sito del PIN.


12 Dicembre 2015
 La premiazione  Il team DiaMANTe